Tipologie di aspirapolvere oggi

In commercio ci sono molti modelli di aspirapolvere, tuttavia per la pulizia interna della casa e a seconda delle esigenze, bisogna optare per un modello piuttosto che per un altro.

Ci siamo fatti aiutare dagli amici di Aspira la polvere per stilare una sorta di lista che contiene tutti i tipi possibili di Aspirapolvere, indicando poi in che ambito è consigliato il loro utilizzo.

Ecco le varie tipologie di Aspirapolvere in commercio:

Scopa Elettrica

Questo è uno strumento molto agile e facile da maneggiare, che ben si adatta a case con molti mobili e spazi difficili da raggiungere, a pavimenti in legno e tende, ed è facile da riporre. Molti modelli sono cordless, quindi non avendo fili sono più pratici da trasportare.

L’Aspirapolvere da traino

Quello a traino è invece fatto da un tubo con spazzola per l’aspirazione che si lega ad un contenitore ovale da trainare per la casa grazie alla presenza di ruote.

Risulta molto leggera ma un po’ più difficoltosa nel trasporto rispetto alla scopa elettrica, in particolare se in casa vi sono delle scale.

Aspirapolvere Ciclonico

È un tipo di aspirapolvere in cui all’interno della cassetta c’è un ciclone d’aria che provoca una forza centrifuga in grado di attirare lo sporco e poi separarlo dall’aria che entra al suo interno.

Aspirapolvere Con Filtro ad Acqua

Gli aspirapolvere ad acqua, rispetto alla tecnologia più classica, sono perfetti per i soggetti allergici, perché in grado di trattenere la polvere e le particelle più piccole senza disperderle. Questi apparecchi hanno la possibilità di assorbire i liquidi.

Aspirapolvere a Vapore

L’aspirapolvere a vapore usa un generatore di vapore che si affianca alla più nota tecnologia dell’aspirapolvere ad acqua. Non è un vero e proprio aspirapolvere, ma è adatto ad una pulizia molto approfondita nonché utile se si hanno in casa soggetti allergici, poiché il calore che esso provoca, è in grado di eliminare il 90% degli acari della polvere.

Esso usa prima l’acqua per “ammorbidire” lo sporco, che viene sciolto poi ad alte temperature generate dall’elettrodomestico, staccato con la pressione esercitata e infine raccolto da un panno apposito.

Aspirapolvere Bidone

Generalmente un bidone è un elettrodomestico dalle grandi dimensioni, solido e pensante, dotato però di rotelle per facilitare lo spostamento, il tubo è flessibile come fosse un aspirapolvere da traino. Quello che lo distingue è la grande capacità del contenitore, tanto che può andare ad aspirare oli e liquidi.

Aspirabriciole

Di dimensioni piccole, sono molto maneggevoli e si usano per lavori rapidi come aspirare briciole dalla tovaglia, dai divani, dalle automobili. Essi sono elettrodomestici senza capacità di aspirazione notevole, né lunga durata delle batterie, ma sono molto pratici e certamente utili.

Aspirapolvere Robot

Gli aspirapolvere robot sono elettrodomestici molto autonomi, che puliscono pavimenti e tappeti senza la guida costante dell’uomo.  Considerando che questi apparecchi vanno a batteria, e quindi a seconda dei modelli essi sono dotati di una certa autonomia e relativo tempo di ricarica, bisogna inoltre pensare bene alle caratteristiche in base agli spazi della casa in cui andrà a lavorare, sia per quanto riguarda la superficie che il tipo di mobilio che si ha.

In linea generale si può dire che un aspirapolvere robot ha una autonomia di circa un’ora per pulire una superficie di 30-50 m2, mentre sono molti i modelli economici che hanno solo un’ora di autonomia e tempi di ricarica che vanno dalle 3-4 ore in su, quindi per case molto grandi forse si deve spendere un poco in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *